il 2010 campione regionale downhill  con Emiliano "Pisolo" Crasti ed  Emanuele  "Stronky"  Grimani
  Torna alla home
Torna alla home
 
  Torna alla home



14 Marzo 2010
Piedimonte San Germano
Elenco, risultati e classifiche delle gare 2010
Allora eccoci quà, dopo un inverno di semi-inattività siamo pronti per iniziare una nuova stagione di gare. Le novità sono moltissime, le più importanti: la creazione del nostro nuovo 2010 Gravity Team e la fondazione di un consorzio che porta alla realizzazione di un circuito di ben 9 gare tutte top class.

Si comincia a Cassino presso la Valle dell'Inferno su un tracciato realizzato dagli Psyco bike.

La partenza per la trasferta è Sabato 13, dopo aver assolto ai compiti di bravi genitori e aver portato i pargoli a scuola.

Gli Spoletini mi passano a prendere sotto casa (a Terni) dove c'è anche lo stordito Fabio.

Facciamo l'appello:
Emiliano "Pisolo"
Christian
Gigi "Pierlo"
Diego "Roccia"
Fabio "lo stordito"
Lollo del Team Monarca.
 

Prima di prendere la strada per la meta passiamo ad Orte da uno dei nostri sponsor

per ritirare gazebo, striscioni e uno stupendo arco messo a disposizione per il circuito Gravity race.

Sbrigate queste ultime pratiche il viaggio prosegue spedito fino a Cassino, interrotto solo da una veloce sosta caffè in autogrill, dove alla nostra entrata gli sguardi delle persone si sono posati su di noi e sulle nostre nuove sgargianti divise.

Arrivati!!
Dopo i saluti di rito agli altri riders, alcuni non visti da diversi mesi, si prosegue con l'allestimento dei gazebo e delle attrezzature.
 

Presi da euforia e smania improvvisa si salta in sella ai nostri cancelli per raggiungere i mezzi di trasporto che ci portano al cancelletto di partenza.

Finalmente cominciamo a scendere, la prima tranquillamente per vedere e rendersi conto delle difficoltà del percorso.
Il tracciato è bello, con un paio di drop impegnativi e con curve sopraelevate in rapida successione, alcuni tratti della pista sono veramente molto stretti non più di un single track, altri da pedalare a tutta ma in definitiva la pista è piacevole.

Si gira a nastro, solo qualche fermata ogni tanto per vedere alcuni passaggi come poterli affrontare nel migliore dei modi.
Giriamo fino a che l'organizzazione non ci dà il "Benservito hahahaha" ora basta, comunque siamo stanchi.
Si torna al paddock per sistemare e lavare le bici per la Domenica.
Io nel sistemare la mia rompo il collarino reggisella, poi sistemato "ma non del tutto".
Si va in albergo a lavarci e prepararci per la cena e riscaldarci, visto che la giornata è stata veramente gelida.
L'entrata in camera è stata a mò di sprint per assicurarsi i posti migliori.
Risultato: io mi sono ritrovato sul matrimoniale con Diego, terrorizzato all'idea di dover dormire con me, Kristian si è beccato il letto dei 7 nani visto che non ci stava, gli altri tutto ok. Si è trovato in camera anche una sorpresa "dei pinguini con tanto di ghiaccioli".
Si va a cena tutto ok si mangia e si beve bene.
Qualcuno beve anche troppo bene, Fabietto fa prendere una ciucca micidiale a uno degli autisti dei furgoni delle risalite, che ad un certo punto decide di andarsene barcollando barcollando e Fabietto dietro che gli dice "ma 'ndo vai, veni qui emo iniziato a beve solo mo".
Si va a nanna e una volta in camera chiedo a Lollo di farmi vedere la sua nuova divisa e solo allora Fabietto capisce che Lollo non è in squadra con noi, ma solo aggregato.
Gli dice di tutto "aò ma tu che cacchio stai a fà co noi, che si venuto a fà spionaggio industriale?" hahahahahaha è un mito.
La Domenica mattina abbondante colazione e poi via tutti al paddock per le iscrizioni e poi a girare per la ricognizione del tracciato.
1° discesa:
si parte tutti insieme, arrivati al 2° salto il drop un pò impegnativo, lo affronto con tranquillità e Kris che era alle mie spalle decide di farlo anche lui "non lo aveva ancora mai provato" succede il fattaccio, atterra in malomodo e viene scaraventato contro una roccia, si rompe la spalla, per lui gara finita prima di iniziare.

1^ manche:

parte Diego e va via come un satellite, il ragazzo anche se alle prime esperienze in DH va forte, subito dopo parte Fabietto che sembra sempre esausto e moribondo ma alla fine riporta sempre un buon risultato.
Parto io, cancelletto, comincia a muoversi la sella (il collarino rotto il giorno prima) ma ormai è troppo tardi per correre ai ripari.
Parto veloce poi mi metto seduto e la sella scende, mi rialzo sui pedali e continuo in piedi per un buon tratto del tracciato, mi rilasso pensando che tutto sommato sto scendendo bene e ad un tratto mi ritrovo sdraiato a terra, mi rialzo riparto e concludo, tempo pietoso.
 

2^ manche:


tutti abbassiamo i nostri tempi, chi più e chi molto di più e tutto sommato finiamo in modo onorevole.


Premiazioni, foto di rito, bei discorsi bla bla bla e si torna a casa tutti contenti per aver passato un weekend di gara stupendo.
Tutti contenti tranne il povero Kris che si è riportato a casa una spalla rotta.

P.S. non ho parlato di Gigi poichè non ha gareggiato, ancora non è tesserato, comunque si è fatto tutto il Sabato e anche se ha rincominciato da poco ad andare in bici inizia ad aprire la manetta sempre più, forza Gigi alla prossima ti vogliamo trà i partenti della Domenica.
 

(by Pisolo)

Commento di:  Lorenzo del:  24/03/2010
 Bellissimo racconto, molto ben scritto e coinvolgente, mi sembra di essere stato con voi complimenti
Commento di:  diego del:  24/03/2010
 hai sbagliato mestiere....lo scrittore dovevi fare....:-)))))
Commento di:  Heidi del:  24/03/2010
 Sei stato bravo, nell'esposizione. Complimenti da mamma!!
commenta il racconto torna indietro
  Dal 09/12/2009 29782 visite
 
Amministrazione Statistiche